Antonio Paolillo Antonio Paolillo  profile image
A ridosso del 50. anniversario della FTAL facciamo una chiacchierata con Luca, responbile della Comunicazione

Ciao Luca. Parlaci della Fede- razione Ticinese di Atletica Leggera
«Fondata nel 1970, la FTAL promuove e coordina il movimento dell’atletica leggera nel Canton Ticino. Conta attualmente quasi 40 società affiliate, distribuite su tutto il territorio cantonale».

Raccontaci un attimo di te e del tuo ruolo nella FTAL.

«Recentemente, sono stato nominato Responsabile Comunicazione della Federazione. Mi occupo per esempio di gestire il sito web, coordinare gli addetti stampa, amministrare i social media (siamo presenti su Facebook e Instagram, seguiteci!) e altro ancora. È un’occasione che ho colto con entusiasmo, in quanto fare parte del Comitato Direttivo di una federazione cantonale e gestirne un aspetto delicato e importante come la comunicazione è senza dubbio una sfida stimolante, un’esperienza che mi farà crescere anche dal punto di vista professionale».

Il prossimo anno la Federa- zione compie 50 anni. Cosa avete in programma?
«Il progetto a noi più caro è sicuramente l’organizzazione dei Campionati Svizzeri Assoluti, che si terranno a Bellinzona nel 2020. Si tratta di un’opportunità unica nel suo genere: basti pensare che l’ultima edizione organizzata in Ticino risale al 2010, quando la FTAL festeggiò i suoi 40 anni. Un comitato ad hoc è già al lavoro e sono certo che, con il prezioso supporto di tutti coloro che gravitano attorno all’atletica cantonale, potremo offrire a partecipanti e spettatori una manifestazione da ricordare. Sarà anche un’occasione per avvicinare la popolazione a questo bellissimo sport: non capita tutti i giorni, infatti, di poter vedere da vicino atleti di livello internazionale. Vi sono poi alcuni altri progetti che stiamo discutendo in Comitato Direttivo, ma per il momento non anticipo altro».

Quanto e seguito questo sport? Credi che in qualche modo andrebbe valorizzato?

«L’atletica leggera rientra tra i 10 sport più seguiti in Svizzera. Swiss Athletics (la federazione nazionale, ndr) e la FTAL sono molto attive nella sua promozione, grazie in particolare a competizioni giovanili aperte a tutti (UBS Kids Cup e Swiss Athletics Sprint) che consentono ai ragazzi di avvicinarsi a questo sport. Inoltre, attualmente il movimento atletico cantonale vede fiorire numerosi nuovi talenti, in grado di attirare l’attenzione del grande pubblico. La promozione passa anche dall’organizzazione di grandi manifestazioni sul suolo ticinese, come il celebre Galà dei Castelli e i Campionati Svizzeri Assoluti 2020. Come federazione cantonale, cerchiamo di sfruttare al meglio queste e altre opportunità per diffondere il nostro sport sul territorio ticinese».

Nell’atletica leggera ci sono molte discipline. Qual è la preferita dei ticinesi?

«Difficile dirlo: penso dipenda molto dai gusti personali. In Ticino, possiamo vantare la presenza di due talenti nostrani ai vertici delle classifiche nazionali della velocità: si tratta di Ajla Del Ponte e Ricky Petrucciani, entrambi plurimedagliati a livello svizzero e più volte im- pegnati in manifestazioni internazionali con la maglia rossocrociata. Senza dubbio, avere due atleti di questa caratura fa sì che la velocità sia una disciplina particolarmente seguita nel nostro Cantone».