Sofia PatanellaSofia Patanella profile image

Originario di San Mauro Pascoli, nella provincia di Forlì-Cesena, Sergio Rossi nasce da una famiglia di calzolai. Ed è proprio nella bottega del padre che apprende l’arte del mestiere e da dove nasce la passione per la calzatura.
Nel 1951 decide di fondare l’omonimo brand di calzatura che diventa ben presto sinonimo di qualità italiana e classico design femminile.

Colori, geometrie, linee sinuose e senza tempo rendono il marchio sempre più celebre tanto che le sue creazioni arrivano sulle passerelle grazie a collaborazioni con noti marchi come Versace e Dolce&Gabbana. Poiché sinonimo di glamour ed eleganza, diverse star tra cui Silvana Mangano, Sharon Stone e Naomi Campbell, hanno portato Sergio Rossi sul Red Carpet.

Il marchio conta oggi 47 boutique in tutto il mondo e 500 dipendenti.
Tre sono i pilastri strategici del marchio oggi: energia, capitale umano e comunità locale. Tre pilastri, tre aree di impegno racchiusi in un unico hashtag: #BeTheChange.

Riguardo all’energia, Sergio Rossi ha raggiunto diversi obiettivi di Sviluppo Sostenibile tra cui consumo e produzione responsabili. Un esempio? Sergio Rossi Eco Pump: una décolleté in materiali completamente eco-friendly e biodegradabili.

Il secondo pilastro invece, riguarda la promozione dello sviluppo personale attraverso attività di formazione. Fa parte di questo impegno il progetto a favore di Cercal, centro di ricerca e scuola internazionale calzaturiera.

La comunità locale, il terzo ed ultimo pilastro si preoccupa innanzi tutto di preservare la tradizione artigianale locale. Infatti l'azienda continua a promuovere la cultura artigianale presso lo stabilimento di San Mauro Pascoli, dove 120 professionisti dell'artigianato si tramandano competenze e know-how da generazioni.

Con comunità locale si intende anche lo sviluppo socio-economico delle comunità locali insieme alle attività filantropiche. E spinto da questa missione, in un momento di difficoltà senza precedenti, Sergio Rossi ha scelto di agire concretamente durante questi mesi di pandemia. L’obbiettivo: essere parte della rinascita dell'Italia. Non solo sostenendo l'ospedale ASST Fatebenefratelli - Sacco di Milano con una donazione di 100.000 euro, ma lanciando anche la campagna #ShoesMakeAdifference, in cui 100% del ricavato delle vendite online dal 14 al 20 marzo è stato devoluto a sostegno della lotta contro il Covid-19. Perché “we are stronger together” come afferma il post di lancio dell’iniziativa che sprona a guardare oltre il presente e sognare per un futuro più luminoso e leggero.

Purtroppo il coronavirus non guarda in faccia nessuno ed è cosi che la notte dello scorso 2 aprile si è spento anche Sergio Rossi: creatore di questo magico universo che narra artigianalità e bellezza; designer leggendario e promotore del Made in Italy.

Come affermato Riccardo Sciutto, CEO di Sergio Rossi Group: “la sua visione e il suo approccio rimarranno la nostra guida nella crescita del marchio e del business. Amava le donne ed era in grado di catturare la loro femminilità in modo unico”.

La lunga e gloriosa storia di Sergio Rossi, uno dei brand che ha reso grande nel mondo il distretto delle calzature romagnolo, è nata dall’incredibile visione, creatività e genialità del suo fondatore.

Grazie Sergio.