Antonio Paolillo Antonio Paolillo  profile image

Artista italiano più in voga tra i giovanissimi, re della Trap nel Bel Paese che si definisce una Rock Star

«SferaEbbasta ha ucciso il rap, con la sprite e l’autotune. Si lo so che un po' ti scazza, perché non l’hai fatto tu. Sono partito dalla piazza con il c**o sopra un bus, ora puoi trovarmi primo nelle tendenze YouTube». Così recita una delle canzoni contenute nell’ultimo album Rock Stardel celebre ragazzo di Cinisiello Balsamo (MI).

Gionata Boschetti, in arte Sfera Ebbasta, artista irriverente, spregiudicato, sempre un po' provocatorio nei confronti di chi lo critica, uno tra i maggiori esponenti in Italia della Trap, ama sottolineare l’enorme fama ed i guadagni da capogiro che il successo gli ha portato, quasi come gesto di sfida. «Quando vieni dal niente e diventi ricco allora devi farlo vedere» aveva apostrofato durante un’intervista in una televisione italiana. Affermazione che si potrebbe trovare discutibile in base ai diversi punti di vista, ma che è il suo modo per dimostrare che chiunque ce la può fare credendo nelle proprie capacità ed inseguendo i sogni, anche se questi possono sembrare irrealizzabili. Infatti l’appena ventiseienne Sfera racconta nelle sue canzoni di un passato difficile, in cui ha dovuto crescere in fretta, e di situazioni legate alla criminalità o allo spaccio nella sua città di nascita. La svolta nella sua vita arriva con la pubblicazione del suo primo album in collaborazione con il produttore Charlie Charlesdal titolo XDVR,uscito nell’estate del 2015. Al contrario di alcuni singoli che Sfera aveva caricato sulla piattaforma YouTube e che non avevano ricevuto un gran successo, questo disco viene molto apprezzato e gli porta già un discreto successo, nonostante all’interno ci siano spesso inneggiamenti all’utilizzo di sostanze stupefacenti come cannabis e codeina.

Poco più di un anno dopo arriva il turno di Sfera Ebbasta, primo effettivo album da solista, distribuito dalla top di gamma Universal Music Groupche venderà oltre venticinquemila copie certificandosi disco d’oro FIMI. A Gennaio 2018, invece, arriva il più grande successo per il giovane artista lombardo con l’uscita di Rock Star, secondo album da solista e prodotto sempre dal fido Charlie Charles. Questo disco debutta con tutti gli undici brani nelle prime posizioni della Top Singoli, fatta eccezione per il sesto posto conquistato da Ed Sheeran. Un successo incredibile, tanto che persino Spotify lo inserisce nella sua Top 100 mondiale (primo italiano nella storia a riuscirci), che lo porta a diventare l’idolo dei ragazzini e il sogno delle ragazzine di tutta Italia. In effetti, a suo modo, Sfera reincarna lo spirito che animava le rock star del trentennio ’70-’80-’90, rappresentando sicuramente una figura alternativa, trasgressiva, con una vita di eccessi e diventando un modello da seguire per i suoi fan. Ovunque egli presti la sua voce diventa un successo, come ad esempio per il singolo Tesladel trapper Capo Plaza, con oltre sessantuno milioni di stream su Spotify.

A differenza delle vecchie rock star, però, non porta anfibi, chiodo e una Stratocaster in spalla, ma vestiti e gadget firmati seduto in qualche macchina di lusso, nella piena espressione di un’ostentazione chiaramente voluta e desiderata.