Marco AngeloniMarco Angeloni profile image

La tradizione va per la maggiore con i prodotti tipici e biologici, ma non si rinuncia ad assaggiare piatti innovativi

Per conoscere quali sono le preferenze alimentari della clientela, con uno sguardo incentrato sulle nuove tendenze, la popolazione locale e il periodo natalizio imminente, abbiamo intervistato il capo supermercato di Manor Food di Lugano, Jean Louis Merazzi.

Quali sono le maggiori sfide che il mondo alimentare sta affrontando ai giorni nostri? Quanto influiscono le nuove tendenze alimentari?

L’assortimento è certamente una delle grandi sfide che un negozio di grande distribuzione deve affrontare oggi. Il supermercato deve offrire un’ampia gamma di prodotti, così da poter soddisfare le esigenze dei clienti in ambito alimentare e di prezzo.

Le nuove tendenze alimentari rappresentano ancora una nicchia rispetto all’intero mercato, seppur in continuo aumento rispetto al passato. Un tempo i prodotti vegetariani, vegani e celiaci erano molto esigui e, i pochi presenti in esposizione, erano disposti accanto a tutti gli altri prodotti, così da essere difficilmente reperibili. Oggi invece interi scaffali sono dedicati a prodotti vegetariani, vegani e celiaci.

Certamente, la proposta di un supermercato si differenzia anche a seconda della regione in cui si trova: il settore vinicolo di Manor nei cantoni francesi vende più facilmente vini francesi e del nuovo mondo (oltre ai vini locali), mentre i Manor Ticino e tedeschi, al di là dell’assortimento nazionale, vendono molti vini ticinesi e italiani.

A testimonianza del nostro interesse verso l’acquirente, si possono trovare cibi differenziati per qualità e fascia di prezzo. Il reparto pasta, per esempio, è suddiviso in diversi scaffali: biologico, tipico ticinese, “Novità Manor”, marche più ricercate e prodotti meno onerosi.

L’attenzione al cliente e alle sue propensioni è infatti un elemento caratteristico della nostra missione, sempre volta a privilegiare, oltre agli aspetti di marketing (la tessera, il buono sconto), l’aspetto squisitamente umano nelle relazioni con il cliente.

I gusti dei luganesi sono tradizionali oppure “alla moda”? Ci sono dei cibi ai quali non rinunciano?

Generalmente i luganesi apprezzano molto gli innumerevoli prodotti tipici che offriamo nei nostri reparti. Per esempio, i formaggi ticinesi sono richiestissimi: il nostro ampio assortimento permette di esaudire ogni preferenza casearia del cliente. Anche la salumeria è particolarmente apprezzata per la carne locale (in parte direttamente lavorata al reparto).

La forza del nostro supermercato è la fitta rete di collaborazioni con piccole aziende ticinesi che lavorano nei settori alimentari più disparati: dalla viticoltura ai birrifici, dai salumifici alla casearia, dall’agricoltura specializzata all’allevamento. I prodotti del luogo si trovano facilmente all’interno del negozio, perché sono distinti da una scritta verde “Locale Ticino” e particolare bollo apposto sulla confezione, che ne certifica la provenienza cantonale e la qualità.

Oltre ai prodotti ticinesi, molto richiesti sono gli alimenti “Bio”. Si tratta di una linea di prodotti buoni e salutari, in quanto interamente biologici. Tra questi fa parte tutto il reparto panetteria, che impasta e sforna in loco pane composto da ingredienti 100% bio.

Cibi tipici e biologici vanno per la maggiore, ma non sono gli unici.

Il supermercato offre anche delle ottime soluzioni per un pranzo al volo, come i “ready to eat”, dei piatti pronti da gustare in qualsiasi momento (insalate, farro, riso, …), oppure previa una breve cottura in padella Si tratta di una grande iniziativa in termini di comodità e praticità. Per esempio, prima si vendeva esclusivamente pesce intero, a filetti o a tranci, ora invece quel pesce viene anche sfilettato, preparato, condito e cucinato dal personale all’interno del supermercato e servito in appositi contenitori, pronto per essere acquistato e assaporato dal cliente (in questo caso, previa cottura).

L’attenzione verso nuove culture alimentari. Da qualche anno è stato aperto un sushi bar all’interno del supermercato che  ha subito ottenuto un grande successo. Altri prodotti etnici provenienti da ogni parte del mondo (tailandesi, cinesi, giapponesi, russi, …) sono disponibili in ogni reparto del supermercato.

Cosa non manca sulla tavola dei luganesi durante il periodo natalizio?

Per lunga tradizione il pesce, specialmente il salmone, è sempre presente sulle tavole dei nostri clienti durante le festività invernali. Altri cibi a cui non rinunciano sono i crostacei, il foie gras e i cioccolatini, specialmente delle nostre marche nazionali.

Ultimamente, anche la chinoise è diventata un piatto immancabile nelle ricorrenze natalizie. Da noi viene acquistata nelle varie salse, con carne di manzo, vitello, polleria e pesce.

Oltre al cibo, non può mancare lo champagne per il brindisi e il l’ottimo vino, prevalentemente ticinese o italiano, per il pranzo e il cenone.