Francesco BernasconiFrancesco Bernasconi profile image

Scopriamo quali sono gli impieghi più bizzarri al mondo

Senza dubbio viviamo in un’epoca particolarmente segnata dall’emergere di diversi, e sempre più specifici, bisogni sia personali sia collettivi. Questa novità ha portato con sé la nascita di lavori impensabili, che un po’ stupiscono e ci fanno sorridere. Un esempio si è visto qualche anno fa in un episodio di American Dad: nella famosa serie tv americana Steve (figlio di Stan) trova un lavoro estivo nella fabbrica di paese, dove deve distinguere il sesso dei pulcini appena nati. Questo lavoro è incredibilmente complicato, data la quasi totale assenza di tratti tipici distinguibili tra i pulcini neonati. Ma quindi come è possibile capire di che sesso è il pulcino? Basta andare in un istituto specialistico in Giappone. Questo non è l’unico lavoro bizzarro legato agli animali, infatti la forte importanza conferita al migliore amico dell’uomo ha fatto nascere un lavoro stranissimo. In America, ci sono compagnie che assumono esperti per annusare ed assaggiare il cibo per cani. Questo lavoro ben retribuito è indice di quanto sia fondamentale, per l’industria alimentare canina un’alta qualità dei propri prodotti. I lavori più bizzarri nascono per soddisfare legittimi bisogni umani, come ad esempio colmare la solitudine. Nasce così la figura del «coccolatore» professionista. Questo lavoro nato in Inghilterra e diffusosi nel mondo, vede esperti coccolatori, selezionati in base a strette caratteristiche, stipulare un contratto per soddisfare i bisogni di affetto ed attenzione dei clienti. Il coccolatore prêt-à-porter, viaggia di casa in casa per soddisfare i bisogni dei cuori solitari sia fisicamente sia platonicamente.

Anche per le altre situazioni umane più basilari, come ad esempio doversi scusare per un errore, possono portare profitto. I Giapponesi l’hanno compreso molto bene e così, quando siete troppo imbarazzati e non sapete come scusarvi con qualcuno, potete inviare a casa sua un professionista che si scusi per te. Quindi, se non sapete cosa fare della vostra vita guardatevi attorno e magari troverete l’occasione che non potete mancare e che vi farà fare centro. Tenete presente però, se proprio non trovate nulla, di potervi rivolgere ad un consulente filosofico (figura lavorativa nata in Germania che corrisponde all’amico saggio di turno) che vi saprà consigliare al meglio.