Alessandro BenedettiAlessandro Benedetti profile image
post image

Dal nostro ingresso nel mondo dell’istruzione siamo valutati e considerati in base all’assegnazione di un numero: siamo il 5° nome nell’elenco alfabetico, abbiamo una media del 8.45, dobbiamo raggiungere 60 ECTS, ci identifichiamo con il numero di matricola 34-129-293. In questo mare di numeri uno in particolare riassume il nostro percorso scolastico: il voto. Che sia in decimi, centesimi o un giudizio, è quel numero a dirci cosa abbiamo fatto e come, al punto da definire ...

Antonio Paolillo Antonio Paolillo  profile image
post image

Secondo lei gli esami sono un diritto o un dovere degli studenti? Se non ci fossero bisognerebbe inventarli? Credo che gli esami rispondano essenzialmente a due esigenze: fornire un incentivo allo studente, dato che pochi si impegnerebbero se non vi fosse la carota del bel voto e il bastone della (possibile) bocciatura; tutelare l’immagine dell’istituzione universitaria, il cui prestigio è mantenuto alto dalla qualità dei suoi laureati. Potremmo vedere la valutazione come una selezione artificiale delle persone in ...