Marco AngeloniMarco Angeloni profile image

Un riferimento per il supporto alle idee sostenibili degli studenti

Il SINC (Sustainability Incubator, http://sinc.usi.ch/) è un incubatore particolare: anziché aiutare le start-up dal punto di vista economico e finanziario come gli altri incubatori (business incubator), si occupa di promuovere lo sviluppo di progetti studenteschi e di aziende che abbiano l’obiettivo di favorire la sostenibilità.
Il SINC è stato creato, supportato e sviluppato dall’USI e dalla Swiss Academy of Arts and Science, td-net Network for Transdisciplinary Research a partire dal 2013.
I progetti di sostenibilità del SINC provengono principalmente dai corsi di Introduction to Social Marketing del bachelor e di Social Marketing del master dell’USI, entrambi insegnati dalla prof.ssa L. Suzanne Suggs. Durante il semestre, gli studenti imparano a individuare problematiche sociali ed a sviluppare soluzioni utilizzando l’approccio del Social Marketing, che consiste nell’uso di tecniche di marketing e di altre discipline per incoraggiare un cambiamento comportamentale. Lo scopo è quello di creare iniziative che siano efficaci, efficienti e sostenibili. Gli studenti possono mettere in pratica la teoria appresa a lezione attraverso l’opportunità di stage in SINC, cui segue spesso un master o una carriera lavorativa proprio nell’ambito della sostenibilità.
Alcuni dei progetti di sensibilizzazione realizzati dal SINC (talvolta in collaborazione con partners) riguardano il comportamento relativo al consumo e al risparmio dell’acqua (Project Aqua; L’acqua del rubinetto è buona), in particolare la riduzione della quantità di plastica e rifiuti, per spronare a bere l’acqua del rubinetto, in quanto «1000 volte più ecologico che bere l’acqua in bottiglia» (Tap it Up). Altri progetti riguardano le colture casalinghe (GROWN) oppure il fumo passivo (Secondhand Smoke).
Secondhand Smoke è un’iniziativa che mira a sensibilizzare i fumatori e i non fumatori sui pericoli e sui rischi del fumo passivo nel campus universitario attraverso una persuasione del cambiamento comportamentale. Il fine consiste nel disincentivare l’abitudine di fumare davanti agli ingressi e sui balconi dell’università, così da diminuire l’esposizione al fumo passivo.
Il SINC è attivo ancora oggi, sebbene dal 2016 sia confluito nel progetto più ampio di SostA, una realtà dell’USI il cui compito è promuovere un ateneo sostenibile.